Vai al contenuto pricipale
Oggetto:
Oggetto:

Philosophy of Music

Oggetto:

Philosophy of Music

Oggetto:

Anno accademico 2019/2020

Codice attività didattica
FIL0324
Docente
Prof. Alessandro Giovanni Bertinetto (Titolare del corso)
Corso di studio
laurea magistrale in Filosofia
Anno
1° anno, 2° anno
Tipologia
Affine o integrativo
Crediti/Valenza
6
SSD attività didattica
M-FIL/01 - filosofia teoretica
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Inglese
Frequenza
Obbligatoria
Tipologia esame
Scritto
Prerequisiti
The course is aimed at students who have already attended a course in aesthetics. The aim is to discuss some of the main themes of philosophy of music.
Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Obiettivi formativi

The aim is to discuss some of the main themes of philosophy of music with particular attention to jazz aesthetics and to the contribution of jazz to philosophy of art.

Lo scopo dell'insegnamento è quello di discutere alcuni tra i principali temi della filosofia della musica con particolare attenzione all'estetica del jazz e al contributo del jazz alla filosofia dell'arte.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

At the end of the course students will have to:
(1) be acquainted with the main topics of the contemporary debate in music philosophy;
(2) know the main philosophical view about philosophy of jazz;
(3) be able to analyze and understand philosophical texts on music, discussing the arguments they present;
(4) clearly explain the different philosophical positions.

Alla fine dell'insegnamento gli studenti dovranno:
(1) sapere quali sono i principali temi del dibattito contemporaneo in filosofia della musica;
(2) conoscere le principali posizioni circa la filosofia del jazz;
(3) poter analizzare e comprendere testi filosofici sulla musica, valutando le argomentazioni che essi presentano;
(4) essere in grado di esporre con chiarezza le diverse posizioni filosofiche.

Oggetto:

Programma

The course is articulated in 36 teaching hours (equivalent to 6 CFU) + 4 hours of tutorage. It has two parts. In the first part the main topics of the current debate in music philosophy will be introduced: in particular, the concept of music, musical ontology, the relationship between music and emotions and the question of musical meaning. In the second part specific questions of jazz aesthetics will be addressed through discussions of texts and student reports.

L'insegnamento è di 36 ore (6 CFU), oltre a 4 ore di tutoraggio, ed è diviso in due parti. Nella prima parte verranno introdotti i principali temi dell'attuale dibattito in filosofia della musica e, in particolare, il concetto di musica, l'ontologia musicale, il rapporto tra musica ed emozioni e la questione del significato musicale. Nella seconda parte verrà approfondito il tema dell'estetica del jazz attraverso la discussione dei testi e le relazioni degli studenti.

Oggetto:

Modalità di insegnamento

The course is in two parts. The first part (6-8 teaching hours) will introduce the core topics of the course. Lectures will be in frontal mode and slides will be used. In the second part (28-30 teaching hours) class sessions will take the form of seminar-style group discussions: the texts in the program will be analyzed starting from the reports prepared by students.

L'insegnamento è articolato in una parte introduttiva e in una parte principale. La prima parte del corso (6-8 ore) ha lo scopo di introdurre gli argomenti in programma e si svolgerà in modalità frontale, anche mediante l'uso di slides. La seconda parte (28-30 ore) si svolgerà in modo seminariale: i testi in programma verranno discussi a partire dalle relazioni preparate dagli studenti.

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

(A) Besides evaluating presentations and discussions of texts in the classroom, (B) the verification of the acquired knowledge will require a 2-hour examination consisting of a written test (with open-ended questions).
(A) The final grade will depend on 1) the degree of critical understanding; 2) language appropriateness; 3) the ability to formulate relevant questions.
(B) The written examination will verify: a) the knowledge of music philosophy and a the ability to analyze a philosophical text; b) the understanding of the philosophical topics discussed; c) the ability to present the different philosophical positions, even with musical examples.
Evaluation will be expressed in 30/30.

(A) Oltre a valutare le presentazioni e le discussioni dei testi in aula, (B) le conoscenze acquisite saranno accertate mediante un esame consistente in una prova scritta della durata di due ore, con domande a risposta aperta, sui testi in programma.
(A) L
a valutazione dipenderà 1) dal grado comprensione critica dei testi; 2) dalla capacità di esposizione; 3) dalla capacità di porre domande efficaci e pertinenti sui testi in programma.
(B) Mediante l'esame scritto sarà verificato che gli studenti siano in possesso di: a) conoscenze di filosofia della musica e capacità di analisi di un testo; b) comprensione degli argomenti filosofici presi in esame; c) capacità di esporre al docente le diverse posizioni filosofiche anche con esempi musicali.
Il voto dell'esame è espresso in trentesimi.

Oggetto:

Attività di supporto


Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

Exam program

BOOKS
P. Kivy, Introduction to a Philosophy of Music, New York, Oxford University Press, 2002
L.B. Brown, D. Goldblatt, T. Gracyk, Jazz and the Philosophy of Art, London-New York, Routledge, 2018
Non-attending students must study also two of the books listed below as "further readings"

PAPERS
T.W. Adorno, On Jazz, Discourse, 12, No. 1, special issue on Music, 1989-1990, pp. 45-69
A. Bertinetto, "Do not fear mistakes – there are none" – The mistake as surprising experience of creativity in jazz, in M. Santi, E. Zorzi (eds.), Education as Jazz, Cambridge, Cambridge Scholars Publishing, 2016, pp. 85-100


G. Hagberg, "On Representing Jazz: An Art Form in Need of Understanding", Philosophy and Literature, 26, 2002, pp. 188-198
A. Hamilton, "The Art of Improvisation and the Aesthetics of Imperfection", British Journal of Aesthetics, 40, 2000, pp. 168-185
A. Kania, "All Play and No Work: An Ontology of Jazz", The Journal of Aesthetics and Art Criticism, 69, 2011, pp. 391–403
R. K. Sawyer, "Improvisation and the Creative Process", The Journal of Aesthetics and Art Criticism, 58, 2000, pp. 149-161

FURTHER READINGS
A. Bertinetto, Il pensiero dei suoni. Temi di filosofia della musica, Milano, Bruno Mondadori, 2012
A. Bertinetto, Eseguire l'inatteso. Ontologia della musica e improvvisazione, Roma, Il Glifo, 2016
T. Gioia, The Imperfect Art, Oxford-New York, Oxford University Press, 1988
I. Monson, Saying something. Jazz improvisation and interaction, Chicago-London, University of Chicago Press, 1996

A.Bertinetto, "Paganini Does Not Repeat. Improvisation And The Type/Token Ontology", Teorema, XXXI/3, 2012, pp. 105-126.

A. Bertinetto, "Parker’s Mood. Emotional Atmospheres and Musical Expressiveness in Jazz", Studi di Estetica, anno XLVII, IV serie, 2/2019, pp. 23-41.

A.Bertinetto, "Musical Authenticity as “Being True to the Moment”, The Polish Journal of Aesthetics, 54, 3/2019, pp. 9–28.

Programma di esame

LIBRI
P. Kivy, Introduction to a Philosophy of Music, New York, Oxford University Press, 2002
L.B. Brown, D. Goldblatt, T. Gracyk, Jazz and the Philosophy of Art, London-New York, Routledge, 2018
Gli studenti non frequentanti dovranno portare all'esame anche due tra i libri elencati nella "bibliografia complementare"

ARTICOLI
T.W. Adorno, On Jazz, Discourse, 12, No. 1, special issue on Music, 1989-1990, pp. 45-69
A. Bertinetto, "Do not fear mistakes – there are none" – The mistake as surprising experience of creativity in jazz, in M. Santi, E. Zorzi (eds.), Education as Jazz, Cambridge, Cambridge Scholars Publishing, 2016, pp. 85-100
G. Hagberg, "On Representing Jazz: An Art Form in Need of Understanding", Philosophy and Literature, 26, 2002, pp. 188-198
A. Hamilton, "The Art of Improvisation and the Aesthetics of Imperfection", British Journal of Aesthetics, 40, 2000, pp. 168-185
A. Kania, "All Play and No Work: An Ontology of Jazz", The Journal of Aesthetics and Art Criticism, 69, 2011, pp. 391–403
R. K. Sawyer, "Improvisation and the Creative Process", The Journal of Aesthetics and Art Criticism, 58, 2000, pp. 149-161

BIBLIOGRAFIA COMPLEMENTARE

A.Bertinetto, "Paganini Does Not Repeat. Improvisation And The Type/Token Ontology", Teorema, XXXI/3, 2012, pp. 105-126.

A. Bertinetto, Il pensiero dei suoni. Temi di filosofia della musica, Milano, Bruno Mondadori, 2012
A. Bertinetto, Eseguire l'inatteso. Ontologia della musica e improvvisazione, Roma, Il Glifo, 2016
T. Gioia, The Imperfect Art, Oxford-New York, Oxford University Press, 1988
I. Monson, Saying something. Jazz improvisation and interaction, Chicago-London, University of Chicago Press, 1996

A. Bertinetto, "Parker’s Mood. Emotional Atmospheres and Musical Expressiveness in Jazz", Studi di Estetica, anno XLVII, IV serie, 2/2019, pp. 23-41.

A.Bertinetto, "Musical Authenticity as “Being True to the Moment”, The Polish Journal of Aesthetics, 54, 3/2019, pp. 9–28.

Oggetto:

Note


Oggetto:

Corsi che mutuano questo insegnamento

Registrazione
  • Aperta
    Apertura registrazione
    02/09/2019 alle ore 01:00
    Chiusura registrazione
    30/06/2020 alle ore 01:00
    Oggetto:
    Ultimo aggiornamento: 25/11/2019 16:08
    Non cliccare qui!